Test scarpa Salomon Sense Ultra 5 Soft Ground

Novità per la stagione 2016, il Salomon Sense Ultra 5 Soft Ground? No, è un modello che è stato provato e testato a lungo nel mondo del trail running. È stato appena rivisto e ulteriormente migliorato per renderlo ancora più piacevole. Da parte mia, dopo aver indossato fino all’osso il mio classico Salomon Sense Ultra (quelli rossi e bianchi in prova qui). Questo Salomon Sense Ultra 5 Soft Ground è la sua sorella gemella, ma con un lato più nero… Quando al Sense Ultra piacciono i terreni asciutti e fragili, la versione Soft Ground è stata progettata per giocare su terreni un po’ meno accoglienti, più umidi, più scivolosi. Recensione di una scarpa per la quale ho dovuto usare la mia immaginazione per il mio test, il terreno è piuttosto asciutto ultimamente!

Sense Ultra 5 Soft Ground
Caratteristiche della Sense

Sebbene la struttura di questo Salomon Sense Ultra 5 Soft Ground sia simile a quella della sorella, le differenze sono comunque marcate per adattarsi ai terreni “morbidi”. Ecco alcuni punti chiave di somiglianze/differenze tra questi due modelli:

  • La goccia: 4mm è uno dei marchi della gamma Salomon Sense, la goccia è limitata. Con 4mm abbiamo una scarpa che spinge ad una falcata dinamica, possiamo avere una falcata a metà del piede senza perdita di energia attraverso l’uso eccessivo del tallone. Si mette semplicemente a sedere per terra.
  • Altezza della suola: più stretta, il Salomon Sense Ultra 5 Soft Ground è anche leggermente più alto in altezza della suola. E ‘lontano da un Hoka Challenger ATR e il suo 31 mm nel tallone, poiché qui è 21 mm che abbiamo sotto il piede (contro i 17 mm per il Sense Ultra). Ci sentiamo relativamente bene il terreno, che trovo importante per giocare con il terreno in pista.
  • Leggerezza: è anche un cavallo da battaglia della gamma Sense: rimanere leggeri. Il Sense Ultra e i suoi 220g sono un riferimento nel settore, la versione Soft Ground sale a 260g. È un peso che lo lascia in gran parte alla luce per una scarpa da trail.
  • Stabilità: Non siamo al livello di uno Speedcross 3 che offre una stabilità vicina alla perfezione, questo è sicuro, ma per avere una scarpa più leggera e dinamica, bisogna fare delle concessioni. L’altezza della suola non è eccessiva, rimaniamo vicini al suolo e la stabilità è più che corretta. Essendo le calzature sottili, si è un tutt’uno con la scarpa e personalmente non sono stato messo in colpa da questo lato!
  • Comfort: La calzatura è la stessa della Sense Ultra classic, progettata per essere abbastanza sottile e non appesantire la scarpa. Puro quanto puro, ci si sente bene dentro. Potrebbe sembrare un po’ rigida per alcuni, ma questa rigidità la rende una scarpa davvero efficace quando si tratta di fare curve a secco, senza “scivolare” all’interno della scarpa che potrebbe generare vesciche.

Sense Ultra 5 Soft Ground

Un test conclusivo del Salomon Sense Ultra Soft Ground!

Li ho portati via dopo 3 uscite in gara e… E anche se la gara in sé non è andata come previsto… Nessuna preoccupazione sul lato Salomon Sense Ultra Soft Ground, hanno fatto il lavoro quando li ho testati a fondo tra radici, pietre e fango, mi sono sentito davvero in controllo della mia falcata! La gamma S-Lab non mi ha mai deluso, non è partita da qui, tutt’altro.

 

Vedi anche:

scarpa Mizuno Wave Mujin 3, scarpa Mizuno Wave Hayate 3, scarpa Running Cloudventure

SALOMON S/Lab Sense 6, Scarpe da Trail Running...
33 Recensioni
SALOMON S/Lab Sense 6, Scarpe da Trail Running...
  • Sistema di corsa che migliora il rotolamento e ammorbidisce il rimbalzo. Ideale per scarpe da...
  • Fornisce un'imbottitura eccellente durante la camminata.