Test scarpa Saucony Kinvara 11

Questo Saucony Kinvara 11 mi ha totalmente ingannato! Il suo profilo molto saggio ci ricorda una scarpa comoda che porteremo con noi per il calcio e ne apprezzeremo l’ammortizzazione durante le lunghe uscite…

Sbagliato, ho fatto un casino, lei ha un temperamento molto più forte! Tanto meglio, perché durante la mia prima uscita con questi Saucony Kinvara 11 ho avuto un lungo 1h45 da fare. Con un buon ritmo di integrazione, la risposta di questa scarpa mi ha sorpreso, ma nella giusta direzione!

Saucony Kinvara 11: nasconde bene il suo giocoSaucony Kinvara 11

Quando si guardano le calzature di questo Saucony Kinvara 11 e in particolare la sua lingua morbida, il suo buon sostegno intorno al tallone d’Achille… si pensa a una scarpa comoda, con tutto il comfort che vi porterà tranquillamente attraverso i chilometri.

Tuttavia, quando si guarda più da vicino… ci sono degli indizi. Il suo peso di 216g nel formato 42 e la sua goccia di 4mm danno già più tono. Se guardiamo la schiuma PWRRUN utilizzata nella suola, è la schiuma Saucony leggera e dinamica. E senza essere una bestia da corsa, questo Kinvara 11 ha chiaramente qualcosa sotto i piedi che vedrete.

Guardando la gamma Saucony, ho capito il mio errore poiché lo slogan intorno a questo Kinvara è “Una sensazione leggera per un personal best”, in altre parole una sensazione leggera per battere i suoi record. Non è una descrizione molto bella! Per comodità, bisogna cercare il Trionfo e l’Uragano a Saucony.

Ideale per i passi di mezza/maratona.

Dove mi è piaciuto di più questo Saucony Kinvara 11, non è in resistenza fondamentale come l’avevo immaginato, ma naturalmente le uscite su un buon ritmo. Soprattutto sulla soglia, è una delizia. La morbidezza della suola e la risposta molto interessante che offre ne fanno una scarpa che permette di incatenare piacevolmente i chilometri alle sue velocità intermedie. Il Saucony Kinvara 11 è nella stessa categoria dell’Adios 5 che ho testato poco prima… ma la sensazione è diversa!

Amo la morbidezza della suola della Saucony Kinavara 11

In termini di caduta già con i suoi 4mm, il piede, il tendine d’Achille, il polpaccio… tutte queste strutture funzionano un po’ di più. Personalmente mi piace, se non esageriamo è bene avere delle scarpe che facciano funzionare le diverse strutture e quindi le rafforzino un po’ di più.

E in termini di sensazioni, è molto piacevole! La suola è abbastanza flessibile, lasciando che sia il piede a guidare l’andatura. Nessun sistema di controllo della stabilità in particolare… questo potrebbe essere un difetto per chi ne ha bisogno. Ma quando non è così, dà una piacevole sensazione di libertà al piede.

Quando li vedo allenarsi il 100% del tempo in scarpe grandi e molto rigide con un piede che non funziona affatto… Penso che sia un peccato perché, se usato correttamente, il piede è un vettore di performance molto importante nella falcata. Anche per questo consiglio a tutti di fare regolarmente gli esercizi di riscaldamento dinamico che riporto nel video qui sotto. Ma non importa, non è questo l’argomento del giorno.

Leggermente leggero sullo smorzamento per lunghe uscite

Questo punto dipenderà dai corridori ma con questa caduta di 4mm, la sua ammortizzazione presente ma non molto importante, non farò una scarpa dedicata alle corse molto lunghe. Di solito nelle due uscite di 1h40 e 1h45 che ho fatto con, una volta stanco, avrei voluto più ammortizzamento, ho cominciato a “sentire troppo il terreno”. È stato un vantaggio rispetto al punto precedente in cui ho detto che mi piaceva far lavorare il piede… un po’ meno quando si vogliono fare lunghe escursioni.

Saucony Kinvara 11

Il Saucony Kinvara 11 è comodo ai passi più veloci!

Il che, secondo me, la rende la scarpa ideale per correre 10 km e mezza maratona! Le sensazioni che ho avuto sulla soglia sono state davvero buone, le ho anche portate in una grande sessione VMA di 2x (7×1’/1′) a 20km/h che è stata anche molto piacevole con questi Kinvara. Finalmente piacevole… solo a livello di scarpe, naturalmente! Per il resto, una sessione con 14′ di tempo VMA come quella è lunga e difficile, nessuna scarpa può cambiare questo purtroppo! 😄

Direi comunque che questa schiuma PWRRUN è meno dinamica del Boost di Adidas o dello ZoomX di Nike. Ma d’altra parte, dato che c’è una sensazione molto migliore in termini di lavoro da piedi a terra, è una scarpa che apprezzo ancora molto.

Un prezzo abbastanza contenuto, il vero plus di questa scarpa!

L’ho pagata 139 dollari sul sito web di Saucony Canada, il che la rende una scarpa molto conveniente. Purtroppo si sono divertiti da Saucony’s convertendo il loro prezzo in euro, visto che noi siamo… a 130 euro. Mentre 1€ = 1,5$ nella vita reale! Quindi avremmo dovuto trovarlo intorno ai 105/110€ in teoria, allora sarebbe stato davvero fico! Con il codice IRUN15 lo otterrete a 110€, che dà un prezzo molto corretto quando si vede l’evoluzione infinita dei prezzi delle scarpe da corsa in questi ultimi anni… Quindi sì, approvo totalmente questo Saucony Kinvara 11… anche se idealmente avete bisogno di un altro paio per le lunghe uscite e i piedi di recupero!

 

Vedi anche:

scarpa Adidas SL20, scarpa Nike Pegasus 37, scarpa Lone Peak Neoshell

Saucony Kinvara 11, Scarpe da Ginnastica Uomo
73 Recensioni
Saucony Kinvara 11, Scarpe da Ginnastica Uomo
  • Tomaia in rete – regolazione traspirante e di sostegno.
  • Rinforzi FLEXFILM - Struttura e supporto.
  • Sistema strisce interne: avvolge la parte centrale del piede dove è più necessario.
  • Tessuto di supporto sul tallone: fissa la parte posteriore del piede.
  • Intersuola EVA+ - Ammortizzazione leggera.