Test scarpa Nike Infinity Run

Questa Nike React Infinity Run Flyknit è (al di là di un nome lungo e difficile da ricordare) una scarpa che mi interessava molto perché la Nike l’ha commercializzata come una scarpa che “riduce il rischio di infortuni”. Dico commercializzato perché sono sempre sospettoso di questo tipo di pubblicità. Quindi ho fatto un test completo di questa scarpa e sarò in grado di darvi la mia opinione.

Sostituzione della struttura Nike?Nike Infinity Run

Con il successo della Nike Epic React dell’anno scorso sono rimasto abbastanza intrigato da questa nuova gamma della Nike. Tanto più che invaderà le piattaforme di calzature come il Vomero o la Struttura che sono scarpe con molta ammortizzazione e stabilità… ma scarpe che mantengono una filosofia che potremmo definire “old fashioned”.

Qui è molto diverso. Tanto che alcuni parlano di questa Nike Infinity Run come di una scarpa per principianti… cosa che confuterò rapidamente. Anche se è molto interessante per i corridori più attenti al tempo libero, secondo me è anche il posto che occupa nell’armadio di un corridore esperto!

Come potrebbe la Nike Infinity Run ridurre le lesioni?

Se si ascoltano i numeri, questa Nike React Infinity Run ridurrebbe il rischio di lesioni del 52%. Questo in confronto alla Struttura 22, il loro classico modello “orientato alla stabilità”.

Ovviamente lo studio deve essere preso con la stessa frequenza con cui è stato ordinato e quindi pagato direttamente dalla Nike.

Il mio lato sciovinista vi direbbe che è necessariamente buono, poiché è stato condotto da un’organizzazione canadese, la British Columbia Sports Medicine Research Foundation (BCSMRF). Scherzi a parte, lo studio ha coinvolto 226 corridori amatoriali di tutti i livelli che hanno preparato una mezza maratona per 12 settimane e ne esce con un numero che fa pensare… se si nasconde il potenziale conflitto di interessi dietro il fatto che la Nike ha pagato per lo studio naturalmente!

Il mio punto di vista sul suo potenziale di riduzione degli infortuni

Da parte mia, ho corso settanta chilometri con questa Nike Infinity Run. E la maggior parte di quei chilometri sono stati fatti mentre ero in avanzato stato di stanchezza. Ho approfittato del fatto che mi trovo in un ciclo di allenamento molto intenso a livello di corsa per testare quello che la Nike sta facendo con questa scarpa.

In breve, ero davvero in condizioni ideali per testare questa scarpa e le sue argomentazioni. Il 90% dei chilometri che ho fatto erano di jogging di resistenza fondamentale. Spesso con tensioni nei polpacci / tendini / caviglie o muscoli del piede poiché l’allenamento del giorno prima era ogni volta intenso ed effettuato con scarpe molto più aggressive (Adidas Adios 5 / Saucony Kinvara 11 / Skechers Speed Elite i cui test sono a venire!) Su questo tipo di jogging, cerco di avere una scarpa che porti sostegno, molta ammortizzazione. Permette di essere un po’ meno “attivi” nella falcata, di appoggiarsi sulla scarpa e sulla sua ammortizzazione.

Un’interessante combinazione ammortizzata/stabile per il jogging!

E per quanto mi riguarda, la Nike Infinity Run React ha soddisfatto perfettamente le mie aspettative. Prima di tutto perché durante le 5 settimane di questo test non mi sono fatto male. Ok, non mi faccio male da più di 5 anni. Ma mai prima d’ora avevo spinto così tanto il volume degli allenamenti di corsa con quasi 70 km a settimana. E questa scarpa mi ha “rassicurato” durante il gioco di piedi perché nonostante la fatica non ho mai sentito un “rischio imminente” di infortunio.

Il mio test definitivo sulla Nike Infinity Run

Questo test è in discesa. È una cosa che odio fare quando sono stanco. Sia nei muscoli che nei tendini, le mie gambe odiano gli shock che devono essere presi in discesa nelle uscite orientate al recupero. Lì, ho corso volontariamente “pigro” in discesa. Non dinamico per un centesimo, mi ha deluso e l’ammortizzazione di questa Nike React Infinity Run ha dimostrato la sua qualità. Nessuna sensazione di forte impatto a terra, la scarpa assorbe molto bene l’impatto. È fantastico!

Possiamo correre veloci con queste Nike React Infinity Run?

No, questa Nike React Infinity Run non è fatta per correre veloce, punto. La scarpa multiuso non esiste e non è pronta ad esistere. Bisogna sempre fare delle concessioni. Eppure, anno dopo anno, vediamo miglioramenti.

Quando ho iniziato a correre nel 2005 la scelta è stata radicale. Scarpa per andare veloce = tavola di legno. Scarpa da jogging = scarpa pesante con molta ammortizzazione.

Con quei 290g nella taglia 42, questa Nike Epic React Infinity non è così pesante. Quindi, quando si tratta di accelerare il ritmo, non è nemmeno un disastro. Ho fatto spesso i miei rettilinei durante il mio lavoro con i piedi e la sensazione era molto buona per questo tipo di scarpa. Ho anche fatto una prova in una seduta sulla soglia… ovviamente il confronto con un Adios 5 gli fa male. Ma ancora una volta, non chiedete la vostra torta e mangiatela anche voi! 🙂

Nike Infinity Run
I 2 problemi di questa Nike Infinity Run…

Il comfort della scarpa Flyknit è davvero buono, non c’è niente da dire a riguardo. È un piacere avere questo tipo di calzature senza cuciture. Tuttavia, c’è un intoppo nell’allacciatura. I fori non salgono molto in alto e per fissare il piede nella scarpa ed evitare che scivoli sul tallone… bisogna stringere forte, il che non è proprio l’ideale. I miei piedi molto sottili non devono aiutare, questo è sicuro. E anche se non mi dava fastidio durante le uscite, mi sarebbe piaciuto molto potermi allacciare i lacci… anche mezzo centimetro più in alto di così, mi avrebbe evitato di dovermi rifare i lacci 2 volte quando me ne vado perché ho difficoltà a trovare la giusta vestibilità!

Il secondo problema, il prezzo è un po’ caro…

Questa Nike React Infinity Run è sicuramente interessante per molti aspetti, come potrei spiegare. Ma a 160 euro, lo trovo costoso. Ci sono un sacco di scarpe interessanti intorno ai 120 / 130 € quindi 160 € è costoso. È il prezzo della promessa di una riduzione delle lesioni che questa scarpa porta? Se dimostra a lungo termine che riduce le lesioni, perché no… sta a voi giudicare!

 

Vedi anche:

scarpa Hoka Carbon X, scarpa Saucony Kinvara 11, scarpa Adidas SL20

Nike React Infinity Run Flyknit, Scarpe da Corsa...
144 Recensioni
Nike React Infinity Run Flyknit, Scarpe da Corsa...
  • Scarpe da running
  • Tecnologia Nike Flyknit della tomaia
  • Ammortizzazione ottimale