Scarpe da corsa minimaliste e massimaliste?

Nike Vaporfly Next%Tra scarpe minimaliste e massimaliste, la guerra infuria! In ogni caso tra gli interessati perché se ci pensate un po’ su… C’è il bene e il male da entrambe le parti!

Ci sono professionisti delle scarpe minimaliste che puntano il dito contro le scarpe tradizionali. A volte sputano anche sui loro demoni come Hoka e il loro profilo iper massimalista. E d’altra parte, c’è chi adora Hoka, come se indossare scarpe Hoka ti permettesse di entrare in un club VIP. La vita diventa istantaneamente più bella a Hoka? Non so voi, ma io sono raramente dalla parte degli estremi! Beh, è vero anche per le scarpe e ti spiego il perché!

Scarpe minimaliste o massimaliste, fa differenza?Mizuno Wave Mujin 3

Ok, per cominciare, vorrei mettere le cose in prospettiva. Date una scarpa qualsiasi a Kipchoge e correrà ancora la maratona sotto le 2h10! Se gli date delle scarpe pesanti e non molto dinamiche, ovviamente influirà sul suo passo e lo rallenterà. Ma vi garantisco che la differenza sarà difficile da migliorare. Ciò che fa una buona o cattiva corsa, non è chiaramente la scarpa, è la tecnica del corridore che ci metti dentro!

Scarpe minimaliste e massimaliste: hanno entrambe il loro posto nel tuo armadio!

Dovremmo essere molto più interessati a lavorare sulla nostra tecnica di corsa, a ripetere le serie educative, a rendere i nostri piedi più efficienti… Dovremmo anche parlare di più dell’importanza del rafforzamento muscolare, degli allenamenti in collina, delle sessioni di scalata per rendere i nostri muscoli, questi tendini più solidi, più efficienti…

Forse non è facile come cercare la via d’uscita più facile indicando questa o quella scarpa come risposta ai nostri mali… Ma se facciamo tutto quello che ho detto prima, non importa in quale scarpa corriamo… possiamo stare lontani dagli infortuni e fare progressi!

Corro con scarpe minimaliste… e massimaliste!

Vi sto dicendo tutto questo, non me lo sto inventando! I professionisti sono sponsorizzati da diversi marchi con diverse filosofie. Ma sono tutti in una lega a sé stante in termini di prestazioni. E personalmente di correre con qualsiasi tipo di scarpe per il bene dei test che faccio sul sito… lo vedo.

Corro con scarpe minimaliste come Altra Escalante. Ma metto alla prova anche Hoka o queste Nike Vaporfly e la loro suola grande. Insomma, scarpe molto diverse… Senza di essa non ha alcun impatto reale sul mio modo di correre.

L’alternanza dei tipi di scarpe può essere una buona cosa.

D’altra parte, stiamo toccando un punto che vorrei chiarire perché lo ritengo importante. Infatti, grazie a tutti questi test appunto, alternando molti più tipi di scarpe di prima o correndo sempre con lo stesso paio… E trovo che ci sia un vero interesse!

Mizuno Wave Hayate 3Le scarpe minimaliste sono perfette per rinforzare i piedi…

Per fare serie educative, linee rette, o semplicemente per fare una passeggiata, non c’è modo migliore! Vi ho parlato della mia Altra Escalante, ma funziona anche con Five Fingers se si va agli estremi… E per la vita di tutti i giorni, un semplice paio di Converse vi aiuterà a lavorare sulle vostre abilità del piede senza rendervene conto… mentre camminate!

Hanno entrambe il loro posto nel tuo armadio!

Per gli allenamenti veloci, le sessioni di split, mi piace avere un paio di scarpe reattive, piuttosto leggere, che rimbalzano bene sul terreno e mi aiutano a lavorare a ritmo con una bella falcata dinamica.
Una coppia massimalista per allenamenti più lunghi e lenti

E per un allenamento più facile, una resistenza fondamentale, sessioni di recupero, o una che includa solo un po’ di tempo. In questo caso sono piuttosto a favore di scarpe come la tradizionale Hoka con una grande suola. In scarpe corte che assorbono davvero l’impatto a terra quando si ha una falcata più passiva, oppure l’impatto a terra è tutt’altro che dinamico e potrebbe fare più male a lungo termine.

Ed è qui che penso che correre in Hoka il 100% del tempo sia un errore (a meno che non si alternino con un modello più dinamico ovviamente come il Tracer 2 … e lo stesso vale per correre tutto il tempo in minimalista ovviamente).

Hai capito cosa volevo dire con tutto questo?

Sarei curioso di sapere cosa ne pensi, perché come al solito. Perché è solo la mia opinione, non significa che rappresenti la verità di ogni corridore! Ma ho osservato che questo modo di fare mi aiuta ad evitare gli infortuni e allo stesso tempo a progredire, quindi… lo condivido con voi!

La nostra classifica:S-Lab Sense 7

Primo posto scarpa Nike Pegasus 37

Secondo posto scarpa Salomon Sense Ultra 5 Soft Ground

Terzo posto scarpa Lone Peak Neoshell

Quarto posto scarpa Mizuno Wave Mujin 3

Quinto posto scarpa Running Cloudventure